La voce dei poeti. Giovanna Iorio e la forma del suono

 

La voce dei poeti

non è ordinaria. Non fuoriesce dalla maschera, non proviene dai condizionamenti.

La parola dei poeti non è dettata dall’adulto adattato al mondo.

I poeti non descrivono sé stessi, non si aumentano, non si affermano. Neanche quando, apparentemente, sembra che lo facciano.

La voce dei poeti è vera e proviene dall’anima.

Come tuffatore il poeta si immerge negli spazi intermedi – il proprio cuore, la coscienza altrui, il tempo, un animale, il pulviscolo di polvere – per emergere con una perla o con la consapevolezza dell’abisso. Quello che realmente ha visto non può descriverlo, può solo tentare di trasmetterlo, racchiudendolo in spazi piccoli, atomi, lo infonde nei dettagli. I simboli diventano così, interi mondi, reali, fisici, viventi.

La poesia ha anche un volto lunatico, persino pericoloso.

 

Giovanna Iorio, artista italiana attiva a Londra e a sua volta autrice di raccolte di versi, si volta a guardare sulla terra lo spazio occupato dai poeti, ce ne mostra le voci, le raccoglie e le trasforma da suono in visione.

 

Poetry Sound Library , il nome del progetto: “Poetry Sound Library è un sogno: vogliamo ascoltare le voci dei poeti e vogliamo vedere da dove provengono” (G. Iorio).

Un’idea tanto delicata quanto originale:  raccogliere le voci dei poeti e, partendo da una traccia sonora di pochi minuti, realizzarne uno spettrogramma, un’impronta digitale.

Affascinanti i risultati, dalle calde fumose tonalità della voce di Wilde, resa come nuvola purpurea, fino alla Achmatova, spettrogramma malinconico e candido come una rosa.

Interessante il colpo d’occhio sulle origini geografiche di questi cori di voci poetiche.

Geografiche, perché l’altra origine, quella vera, è invisibile.

 

Veramente e fino in fondo, la poesia si mostra solo alla Poesia.

 

 

IMMAGINE

Anna Andreevna Achmatova, Voice Portraits, Giovanna Iorio

 

LINK

Voice Portraits, catalogo mostra

Poetry Sound Library, archivio e portale

Poetry Sound Library, video

 

 

 

VITA NOVA
Pensosa dell'andar. Arte, libri e osservazioni sparse.
Articolo creato 27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto